fbpx

Spedizione gratuita acquistando 4 prodotti con spesa minima di 59€ | Consegna rapida in 24/48 ore | Pagamenti sicuri

Spider-Man: Across the Spider-Verse - Recensione
across the spider verse locandina

Dopo il successo di “Spider-Man: Into the Spider-Verse”, campione di incassi e vincitore di premio Oscar, BAFTA e Golden Globe come miglior film di animazione, è arrivato nelle sale l’attesissimo sequel. Oltre ad essere una pellicola FANTASTICA, con una storia che ci ha tenuti sul bordo delle poltrone, contiene innumerevoli Easter Eggs, tra cui un paio che noi amanti dei videogiochi non potevamo non notare…

Spider-Man è il supereroe più amato tra tutti i personaggi tratti dai fumetti, non tanto per i suoi superpoteri, quanto per i suoi super-problemi, che lo rendono un personaggio in cui è possibile rispecchiarsi. Non che i suoi poteri siano poco ambiti: forza, velocità, intelligenza, sensi di ragno, capacità di arrampicarsi su qualsiasi superficie, lancia ragnatele…ma il suo potere più grande è il senso dell’umorismo, che gli permette di scherzare anche nei momenti di grande difficoltà.

Miles Morales è il giovane protagonista di questa storia, raccontata in una trilogia cinematografica: “Into the Spider-Verse”, uscito il 14 dicembre 2018, “Across the Spider-Verse”, nelle sale dal 2 Giugno 2023, e “Beyond the Spider-Verse”, programmato per  il 29 marzo 2024, che concluderà l’epico viaggio nel multiverso degli Esseri Ragno.

Trailer italiano del film

Nel primo capitolo abbiamo conosciuto Miles, un adolescente afro-americano di origini portoricane, che viene punto da un ragno radioattivo, ricevendo tutte le abilità del classico Uomo Ragno, più la capacità di mimetizzarsi e di paralizzare i nemici toccandoli. Alla ricerca di un aiuto per imparare a controllare i suoi poteri, Miles incontra Peter B. Parker, Uomo Ragno proveniente da un universo parallelo. Tra i due si instaura presto un rapporto di fiducia mentore-allievo, mentre si trovano ad affrontare Kingpin e i suoi tirapiedi, per sventare un piano che rischia di distruggere l’universo. In aiuto di Peter e Miles si aggiungono visitatori di altre dimensioni, tutti dotati di una forma diversa di poteri ragno: Spider-Man Noir, Spider-Ham, Peni Parker e Spider-Gwen. Il team riesce alla fine a collaborare, sconfiggendo Kingpin ed evitando la catastrofe, e Miles aiuta i suoi nuovi amici a ritornare nei rispettivi universi d’origine.

across_the_spider_verse_personaggi

Locandina del film

Ed è proprio qui che “Across the Spider-Verse” riprende la narrazione: Miles affronta i suoi super-problemi da adolescente, mentre protegge i suoi concittadini da piccole e grandi minacce, ma si sente solo. Le uniche persone in grado di comprendere le grandi responsabilità derivate dai suoi poteri sono ormai ad interi universi di distanza, senza alcuna possibilità di comunicare, o forse no….Il nostro eroe riceve una inaspettata visita da Gwen, che lo catapulta in una realtà molto più grande di lui. Miles scoprirà presto che esiste un team composto da infinite versioni di Spider Persone, in lotta per preservare il multiverso dal collasso.

Oltre ad una trama complessa e personaggi dal carattere unico e dalla personalità sfaccettata, questa pellicola ci colpisce con animazioni ad altissima risoluzione, coloratissime ma soprattutto artistiche e con uno stile mai visto prima: ancor più del primo capitolo, questo film scommette sulla scelta artistica di cambiare lo stile del disegno per ogni personaggio, rispecchiandone il carattere, l’emotività e la sua percezione della realtà. I colori vengono alterati in base agli stati d’animo dei protagonisti, permettendo agli spettatori non solo di provare le emozioni, ma di vederle. Uno spettacolo per gli occhi, ma anche cibo per l’anima. La colonna sonora è anch’essa un mix di diverse sonorità, orchestrale misto a musica pop, contribuendo a creare un’assonanza tra le emozioni, le immagini e i suoni.

spiderman-across-the-spider-verse

Immagine tratta dal film

Ma veniamo alla parte più NERD di questa recensione: gli Easter Eggs!
Un easter egg è una “sorpresa” – un riferimento ad un’altra opera – inserita in maniera più o meno nascosta in un film o un videogioco.
Sono davvero tantissimi i personaggi che si possono vedere in questo film, anche solo nel background.

Superato questo punto troverete piccoli SPOILER, non di trama.

Tante versioni diverse di Spider-Man che, durante gli anni, si sono susseguite sulle pagine dei fumetti Marvel, e non solo…. Ci sono infatti comparse di attori in carne e ossa, come Andrew Garfield e Tobey Maguire (gli storici interpreti dell’uomo ragno prima del Marvel Cinematic Universe), ma anche Donald Glover nei panni di Prowler. E per gli amanti dei videogames come noi, non poteva mancare lo Spider-Man protagonista dei titoli di Insomniac, intento ad aiutare il team. In un’altra scena si può notare che Ganke, il compagno di stanza di Miles, sta giocando proprio a Marvel Spider Man per PlayStation 4. Si vede che Ganke è uno di noi, speriamo si unisca anche lui alla community di Game2o!

Potrebbe interessarti anche...

Tempo di lettura stimato: 3 min